CasaLibereria

La casa di tutti noi

I nostri corsi

Il corpo e la voce

di Maria Teresa de Carolis

Il vuoto come spazio, come nucleo, come contenitore di emozioni.
Nell’accezione moderna la parola Vuoto assume il significato di Assenza, mancanza, ma tra noi e l’altro da noi, tra la materia e la non materia esiste uno spazio perfetto che ci permette di visitare luoghi invisibili, come il nostro inconscio.

Le tecniche d’impostazione usate per il teatro sono assolutamente compatibili con il canto, quindi studio delle posizioni all’interno della bocca, ortofonia, dizione, utilizzo dei risuonatori principali, con particolare attenzione alle orecchie e la laringe, con le varianti che l’approfondimento di essi permette.

E’ molto importante introdurre attraverso il rilassamento, il lavoro più fisico, permettendo al corpo di prepararsi.

Il nostro corpo è uno strumento con molteplici risuonatori e un apparato diaframmatico direttamente collegato con il 3° Chakra, il Chakra della vista e della luce interiore. Non è un caso che proprio lo strumento principale per controllare il respiro sia in connessione con la vista, voce e luce. Questo Chakra è il punto di giuntura con gli altri Chakra, il punto di equilibrio.

Una profonda conoscenza del diaframma e un allenamento al corretto funzionamento di questo consente non solo di respirare in maniera armoniosa ma permette soprattutto di raggiungere uno stato interiore, le proprie energie creative, si dissolve l’ansia che genera insoddisfazione e giudizio negativo verso se stessi.

Il canto è da sempre il canale attraverso il quale si comunica direttamente col Tutto. È il mezzo che ci permette di equilibrare le nostre emozioni, esternare il nostro essere privo di sovrastrutture, la purezza di quello che siamo, nient’altro.

Il corpo come risuonatore totale, ogni piccolo spazio del proprio corpo può essere un potenziale risuonatore; si lavora sul visualizzare il suono là dove pensiamo debba dirigersi.

Il primo passo verso il suono è il movimento, sentire la musica dentro, assimilarla e poi esprimerla. Il canto non può esistere senza interpretazione, l’emozione deve superare il confine-corpo ed usarlo come un mezzo per raggiungere l’altro.

 

  • Lavoro sulla voce, sui risuonatori, sul ritmo, sulla propria originalità. L’emissione vocale come respiro e interpretazione. La capacità espressiva del canto;
  • Studio del corpo attraverso un lavoro di osservazione della natura, l’imitazione di tutto ciò che fa parte del nostro mondo vivente e non;
  • Esercizi atti a sviluppare le capacità espressive, quali stretching, riscaldamento e giochi motori.
  • Lavoro introduttivo alla comunicazione non verbale, ricerca delle peculiarità di ognuno, analisi degli aspetti non verbali del comunicare tra individui.

Maria Teresa de Carolis (mariateresadecarolis.it)

Attrice di prosa, cantante, drammaturga e sceneggiatrice. Regista teatrale e docente di Teatro e Voce. Scrittrice e poetessa. Equilibrista. Videomaker e Video editor. Fa parte dell’equipaggio di Libereria dal 2020.

Ha iniziato con il teatro come attrice di prosa, parallelamente  si é dedicata alla scrittura creativa, alla drammaturgia teatrale e alla sceneggiatura. Si è  appassionata al canto, studiando prima il canto lirico e poi canto Jazz. Ha studiato acrobatica a terra, equilibrismo (filo teso e monociclo) e arti circensi.

Da anni insegna teatro, dizione e impostazione vocale. In questo ultimo decennio ha maturato esperienza anche nel campo della produzione di documentari (suo é “I luoghi della Guerra” un reportage storico legato al periodo della resistenza partigiana nella Sabina, una copia del quale è conservata anche nella Biblioteca del Senato della Repubblica).

Attualmente, insieme a Lidio Maresca, sta realizzando la costruzione del proprio portfolio videomaking e web, che sarà visibile sul sito di riferimento, in costruzione, www.artwareproductions.com.

Conduce, sempre insieme a Lidio Maresca, la trasmissione/podcast “Ecofilia, Antispecismo e Circostanze“, raggiungibile su libereria.it alla voce “radio”.

In questi anni di esperienza ha collaborato con:

  • Teatro:
    Umberto Orsini, Giuseppe Cederna, Remo Girone, Karl Zinny, Elisabetta De Palo, Andrea Apostoli, Remo Remotti, Veronica Zinny
  • Voce:
    Dessislava Stefanova del London Bulgarian Choir, Anita Doulne, delle Zap Mama, Aldo Bicelli (formatore in metodo Gordon), Germana Giannini (pedagoga e cantante), Lisbeth Hultmann (psicoterapeuta Gestalt), Tiziano Lamantea (operatore Shiatsu e terapista), Anna Maria Civico (cantora popolare), Laure Gilbert  (coro Zenzerei), Elsa Baldini (professional soul singer) e Sara Berni (cantante, autrice musicale e teatrale).
Design by Lidio Maresca, on WordPress platform, with Sydney theme. Released in 2022.