CasaLibereria

La casa di tutti noi

I nostri corsi

Al seguito di Enea

di Livio Aquila

Un’esperienza unica di lettura epica e scrittura creativa.

Alle origini della Città Eterna e della stirpe romana si colloca il mito di Enea, il profugo scampato alla tremenda guerra di Troia, che trova rifugio per sé e i compagni in un Lazio ancora popolato da genti arcaiche: Etruschi, Latini, Rutuli, Arcadi.

Il corso offre l’esperienza unica di una lettura integrale e commentata del poema dell’Eneide di Virgilio e sarà accompagnato da esercizi individuali di scrittura creativa in prosa o poesia.

Insieme all’eroe affronteremo momenti indimenticabili, ora favoriti ora osteggiati dagli dei, perduti tra differenti rotte marittime, attraversando località dai nomi familiari e al tempo stesso evocativi: Cartagine, la Sicilia, l’antica Cuma, il lago di Averno, l’Ade, i Campi Elisi , fino alla foce del Tevere.

Dopo la lettura di ciascun canto, ogni partecipante, comporrà un racconto o una poesia dal punto di vista di un personaggio del poema virgiliano.

Alla conclusione del corso, avremo compiuto un viaggio fuori dall’ordinario e avremo riscritto il mito secondo una chiave di lettura personale. Virgilio, prima di morire, aveva chiesto di distruggere il suo capolavoro, non lasciamo che Enea muoia nel ricordo dei posteri!

Livio Aquila

fa attualmente il docente. Insegna greco, latino e italiano in un liceo classico della capitale.

È nato nel 1976 a Ragusa, in Sicilia. Sin da bambino, incantato dalle antichità del proprio territorio, ha coltivato un precoce e spiccato interesse per l’archeologia e la storia. Tuttora i suoi interessi sono molteplici e riguardano in particolare il mondo antico sotto i più vari aspetti.

Si è laureato a Catania in Lettere Classiche. Successivamente si è abilitato all’insegnamento del latino e del greco presso l’Università di Bari.

Annualmente pubblica nella rivista della Società di Storia Patria di Santa Croce Camerina, città di cui è originario, ricerche di storia locale, con particolare riferimento all’età greca.

Per Libereria ha pubblicato il poemetto in settenari “Il Volo di Khadiri Panormita,” dove il consueto genio della lampada appare ad uno scapestrato giovanotto di una meravigliosa Palermo araba del X secolo, sconvolgendo le vite di tutti, in primis dello sventurato protagonista, posto suo malgrado a confronto grazie alla sua dolorosa vicenda con le verità ultime dell’umana esistenza. Attualmente tiene nel cassetto il progetto di altri poemetti di genere fantastico e un romanzo storico ambientato nella Sicilia di età normanna.

Si dicono di lui numerose falsità: è molto colto, infonde tanta serenità ed è umile.

Design by Lidio Maresca, on WordPress platform, with Sydney theme. Released in 2022.